• Gioielli per la Pace

    Gioielli per la Pace

  • Gioielli per la Pace

    Gioielli per la Pace

  • Gioielli per la Pace

    Gioielli per la Pace

  • Gioielli per la Pace

    Gioielli per la Pace

5 SETTEMBRE 2015 – 15 GENNAIO 2016

"Da John Lennon al Mahatma Gandhi, da Albert Schweitzer ad Alfred Nobel, la pace è stata cantata, invocata, difesa o premiata in numerosissimi ambiti e discipline, gioiello escluso. Il gioiello è sempre rimasto volutamente distante da qualsiasi coinvolgimento ideologico o politico, forse per non intaccare la sua preziosa allure con la vita quotidiana o forse perché, come sosteneva Nietzsche, gli idoli, per rimanere tali, devono essere ammirati da lontano.

Questo volume presenta la pace interpretata da giovani designer internazionali che investono il gioiello di una funzione sociale ed educativa e sollecitano una riflessione progettuale su un tema tradizionalmente lontano dal mondo del gioiello."

Alba Cappellieri


Aziende Partecipanti:

Borriello 75
Le Sibille
Scanavin
Gabriela Rigamonti
Aurum by Federica Fabiano
Rossociliegia
Terre Blu
DML
Richline Italy
Mattioli
The Fifth Season by Roberto Coin
Francs V. by Simona Elia
Gli Ori di Venezia
Enzo Liverino srl
Misis

Sew Peace

Noemi M. A. Cantarero – 1° Premio
per Rossociliegia

spille
acciaio, cotone

Sew Peace è un bottone prezioso, un gioiello che chiunque può indossare senza distinzioni d’età o genere. La spilla mostra come sia impossibile che esista la pace senza impegno e responsabilità. Il cerchio forato è il simbolo di un mondo diviso, di una realtà perturbata e solo attraverso l’atto del cucire si rivela il simbolo della pace. Un gioiello che rende quotidiano l’impegno a costruire la pace e che sostituisce il classico bottone o può essere cucito su un indumento come se fosse una spilla.

Utopia

Laura Lanaro – 2° Premio
per  The Fifth Season
by Roberto Coin

Utopia, 2015
bracciale
argento, rubino

Il gioiello nasce dalla volontà di dar forma al concetto di pace inteso come libertà. Ogni tipo di imposizione culturale, religiosa o politica tiene la mente dell’individuo prigioniera e incapace di esprimersi.

È da questa prigione simbolica che il gioiello Utopia suggerisce di evadere. Le uniche due sbarre forzate lasciano sottintendere che qualcuno sia riuscito a liberarsi da tutte le “armi” che lo circondano e abbia fatto un passo in più verso la pace. Chi lo indossa vuole essere egli stesso il protagonista di questa fuga.

Prec[ar]ious Peace

Simon Bichet - 3° Premio ad ex aequo
for Gabriela Rigamonti
Prec[ar]ious Peace, 2015
bracciale oro

Pace è fragilità ed equilibrio. Queste due caratteristiche prendono vita nella texture che diventano un ornamento per i bracciali e nella forma stessa del gioiello di grandi dimensioni ma perfettamente bilanciato.

Frammenti d'unione

Lisa Contini - 3° Posto ad ex aequo
per Terre Blu
collane
terra rossa, smalto, argento, oro

«Litigate quanto volete, fate volare i piatti, ma mai terminare una giornata senza fare la pace», Papa Francesco. Nasce così l’idea di un piatto, bianco, immacolato, come simbolo di pace; ma questa pace si è rotta. Come riunirla? Lo step successivo è stato ispirarmi a una antica tecnica giapponese detta kintsugi che consiste nel riunire gli oggetti rotti riempiendo le crepe con collante a base di oro, conferendo all’oggetto un valore aggiunto in quanto esso ha una storia da raccontare, un legame spezzato e rinsaldato con più forza.

Lo sviluppo del progetto si basa su un modulo a forma di piatto bianco, integro, che simboleggia la pace dal modulo a forma di piatto con crepa, sviluppato in 3 varianti, che racconta il difficile percorso per raggiungere la pace: più ci si avvicina a essa più le crepe svaniscono e tutto ciò si ripete per l’intera lunghezza della collana. Questo gioiello testimonia che la pace non è un punto di arrivo, si può rompere nuovamente e questo impegno nel ricercarla deve costantemente ripetersi, affinché essa diventi un obiettivo comune.

Rassegna stampa




      ENGLISH VERSION

      Organised by logo iegexpo new

      Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di profilazione e pubblicitari, anche di “terze parti”.
      Cliccando sul tasto CHIUDI o proseguendo la navigazione verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente secondo le sue preferenze, accedendo alla sezione “gestione dei cookies” dell’informativa sulla privacy.