• Gioielli in tavola

    Gioielli in tavola

Gioielli commestibili realizzati da giovani designer con ingredienti e tecniche alimentari

"In un accostamento decisamente insolito, il Museo del Gioiello di Vicenza presenta le opere di trentatré giovani progettisti e maestri del gioiello dedicate al cibo. Il cibo non è solo la materia o l’ispirazione di questi gioielli, ma è anche uno spunto di riflessione sull’evoluzione della società contemporanea e sui suoi riti. Il valore di questi gioielli non è certo nella materia che li costituisce quanto piuttosto nella struggente bellezza e nel coraggio progettuale con cui guardano avanti, prefigurando scenari innovativi."
Livia Tenuta
Viola Chiara Vecchi

Salt Layers e Crystalized line

Francesca Caccioppoli
Salt layers 2015
anelli
acciaio, isomalto, sale nero, sale rosa, sale bianco

Gli anelli sono creati per mostrare al meglio i bellissimi colori che il sale assume. I tre tipi di sale sono “incastonati” all’interno di una struttura di isomalto trasparente. La collana nasce dall’osservazione del processo di cristallizzazione dello zucchero attorno a una superficie. Lo zucchero colorato di nero si cristallizza.

Daphne 2015

Noemi M. A. Cantarero
collana
colla di pesce, calamita

La collana Daphne si ispira al mito della metamorfosi dell’omonima ninfa che venne trasformata dal padre Penéo in una pianta d’alloro per sfuggire all’amore di Apollo; solo la sua bellezza rimase inalterata. Da quel momento l’alloro divenne una pianta simbolo di gloria e potenza. Allo stesso modo, la collana vuole dimostrare come, utilizzando un materiale inusuale e fragile come la gelatina, sia possibile creare un gioiello unico che possa mostrare al contempo forza e delicatezza.

Ivory Chocolate 2015

Laura Frasnelli
bracciale
cioccolato bianco, rame

Appletizer 2015

Roberta Fustinoni
bracciale, orecchini, collana
mela, plexiglas

La collezione Appletizer si ispira all’autunno: le forme dei petali, le sfumature di colore delle foglie cadute, il forte contrasto tra colori caldi, le fronde degli alberi agitate dal vento freddo. Rimane nascosta la protagonista assoluta dei gioielli, ossia la mela, la vera regina dei frutti autunnali.

Ruff and Voids 2015

Beatrice Montalbetti
collana
pasta, pizzo

L’ispirazione della collana arriva dalla gorgiera, caratteristica dell’abbigliamento aristocratico femminile e maschile in voga nel periodo che va dal XVI al XVII secolo. La pasta rivisita questo elemento antico, trasformandolo in un concetto moderno e attuale. Tramite un movimentato gioco di volumi e piani dalla pasta prende vita un inaspettato gioiello. Il tutto viene impreziosito dalle sottili aggiunte di pizzo che arricchiscono e rendono ancor più unico questo ricercato oggetto di design. Il cibo viene quindi rivisitato in chiave preziosa e giocosa, in un alternarsi di moduli leggeri e raffinati.

Rassegna stampa




      ENGLISH VERSION

      Organised by logo iegexpo new

      Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di profilazione e pubblicitari, anche di “terze parti”.
      Cliccando sul tasto CHIUDI o proseguendo la navigazione verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente secondo le sue preferenze, accedendo alla sezione “gestione dei cookies” dell’informativa sulla privacy.